Morto a 39 anni il lavoratore di Cerreto Castello

Morto sul lavoro a castelletto cervo

Non c’è l’ha fatta Roberto Laudani di 39 anni l’uomo che era caduto dal tetto di un capannone durante un sopralluogo. Da giorni in coma ha lottato tra la vita e la morte al CTO di Torino. Lascia la moglie e i 2 figli.

Per cause da accertare, il carpentiere è caduto da un’altezza di oltre 5 metri mentre era impegnato nella manutenzione di un tetto. Le sue condizioni erano parse gravi da subito e avevano reso necessario il trasporto a Torino con l’elisoccorso. Dopo giorni, purtroppo, non ci sono stati miglioramenti e il suo stato di coma lo ha portato dapprima alla morte cerebrale, poi a quella naturale.

Originario di Buronzo e trasferitosi a Catelletto. “Roberto abitava in frazione Battiana di Castelletto e con la sua famiglia era molto conosciuto da entrambe le comunità – racconta il sindaco di Buronzo, Lorenzo Gozzi -. Al di là del lavoro, il risvolto peggiore è la perdita di un padre di famiglia, giovane: si tratta di una vera e propria tragedia. Come amministrazione e a nome di tutti i nostri cittadini, ci stringiamo intorno alla famiglia e partecipiamo al dolore del lutto”. Dalle prime informazioni il nulla osta al funerale non ci sarebbe ancora stato: al momento tutto è in pausa in attesa dell’autopsia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.