Fondo amianto eredi vittime mesotelioma non professionale

Fondo amianto eredi vittime mesotelioma non professionale

C’è tempo fino al 31 marzo 2017 per poter acedere al fondo per gli eredi delle vittime di mesotelioma

L’INAIL, con la circolare n°13 del 15 marzo 2017, riepiloga i requisiti per la spettanza dell’indennità riconosciuta agli eredi delle vittime di mesotelioma non professionale, recependo l’estensione dell’accesso al fondo anche per gli eredi di coloro che sono deceduti nel corso dell’anno 2016, operata dal decreto Milleproroghe.
Gli eredi di tutti i soggetti deceduti di mesotelioma non professionale nel corso del 2015 e del 2016, potranno presentare domanda per il riconoscimento della prestazione unatantum a prescindere dal fatto che il relativo diritto sia stato esercitato in vita dal soggetto deceduto, il termine di scadenza è il 31 marzo prossimo.
Per accedere alla prestazione, l’interessato deve presentare in modalità cartacea alla sede INAIL competente per domicilio, o anche a mezzo raccomandata a/r, apposita istanza sul modello 190/E new, entro il 31 marzo 2017. All’istanza deve essere allegato il certificato medico, prodotto in originale, attestante che il soggetto deceduto è stato affetto da mesotelioma e contenente l’indicazione della data della prima diagnosi ai fini della valutazione della compatibilità dei periodi di esposizione familiare o ambientale all’amianto con l’insorgenza della patologia.
Si ricorda che la prestazione consiste nella somma una tantum di euro 5.600,00, da ripartire tra gli eredi aventi diritto.

Circolare INAIL

Modulo 190/e per la richiesta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.